LAVORI
Codex Restaura in collaborazione con il SIBA UniversitÓ del Salento volumi della biblioteca comunale di Scorrano

CATALOGUS SANCTORUM ET GESTORUM/ PIETRO NATALI.Lione: Etienne Gueynard, 1514. Esemplare con legatura in cuoio coeva particolarmente danneggiata,con perdita di alcuni frammenti del dorso,piatti con varie lacune nei tagli di testa,piede e taglio anteriore, mutilo di capitelli.Carte danneggiate da camminamento di insetti,con presenza di gore,strappi, lacune di varia entità. Cuciture rotte in diverse parti.

EPISTOLARUM AD ATTICUM…/ MARCUS TULLIUS CICERO.Firenze Filippo Giunta 1514. Esemplare mutilo di coperta e dei capitelli.Cuciture su tre nervi in pelle allumata rotte in più parti.Carte danneggiate nella parte iniziale e in quella finale da presenza di micro organismie muffe che hanno contribuito alla sfaldatura delle carte causando delle piccole lacune, strappi e perdita di piccoli frammenti.

IN DECEM LIBROS M. VITRUVII POLLONIS DE ARCHITECTURA ANNOTATIONES/GUILLAUME PHILANDRIER.Roma: Andrea Dossena 1544.Esemplare gravemente danneggiato nella coperta con perdita di vistosi frammenti. Sono presenti sulle carte di guardia anteriore una nota di possesso e timbro della biblioteca sul recto, mentre sul verso è presente una nota manoscritta e un tassello riportante la collocazione; inoltre in quella posteriore dal lato verso e presente una nota di possesso.I capitelli e le cuciture originali sono integre.Le carte presentano delle gore nel taglio di testa con presenza di micro organismi (funghi) che hanno causato piccole lacune; inoltre su delle altre  all’interno nel taglio di piede anteriore  sono presenti alcuni camminamenti di insetti.

LEGENDA  AUREA  SANCTORUM / IACOPO DA VARAGINE. Venezia: Boneto Locatelli, 3 Nov 1488. Esemplare privo di coperta,con dorso in carta comune, e mutilo di capitelli Carte danneggiate da camminamento di insetti con presenza di gore,stappi,lacune e diezioni di insetti. Le ultime 11 CARTE ,sono state precedente,restaurate con tecniche e metodologie non idonee in quanto sono state velate, usando come collante, paraloid B72 materiale irreversibile, causando ulteriori danni a quelli già esistenti. Le cuciture sono parziali e in alcuni casi rotte.

LIBER DE SITU IAPYGIAE / DE FERRARIS ANTONIO.Basilea: Peter Perna 1558.Esemplare in buono stato di conservazione gli elementi che lo compongono sono tutti presenti; coperta, capitelli, carta di guardia e compagine.Nelle carte sono presenti delle vistose gore date da un ambiente non idoneo alla conservazione e sporcizia come polvere e deiezione d’insetti, il volume non necessita di smontaggio in quanto le cuciture originali sono buone. Da evidenziare un disegno sul frontespizio realizzato con inchiostro ferro gallico che ha causato la perforazione del supporto cartaceo per via della mediazione grafica.